Via Dei Corti 2020, tutti i finalisti dei concorsi della manifestazione cinematografica

GRAVINA DI CATANIA – Via dei Corti, il Festival Indipendente di Cinema Breve, che si sarebbe dovuto svolgere dal 26 al 29 novembre a Gravina di Catania è stato momentaneamente rimandato a data da destinarsi. L’emergenza pandemica in atto ha rivoluzionato il modo di vivere di tutto il mondo, influendone in maniera decisiva anche la vita sociale e culturale.

La direzione organizzativa, tuttavia, dopo aver preso la decisione del rinvio, ha continuato a lavorare all’evento, mantenendo il focus sui concorsi, il fulcro principale dell’intera manifestazione. Per questo motivo, nella giornata di giovedì 26 novembre, che avrebbe segnato l’avvio del Festival, sono resi noti al pubblico tutti i finalisti dei concorsi corti internazionali, animazione, corti scolastici e documentari.

Il direttore artistico Cirino Cristaldi, così dichiara: “Abbiamo voluto mantenere il rapporto di stima reciproca con tutti i partecipanti al concorso, perché hanno creduto nel nostro progetto ed è giusto che venga riconosciuto loro il merito. Abbiamo scelto simbolicamente la data del 26 novembre per dimostrare anche a noi stessi che è possibile trasformare qualcosa di negativo in un punto da cui ripartire. Ringrazio lo staff, tutti i giurati e i partecipanti dei concorsi per non aver smesso di investire il loro tempo nella cultura declinata in tutti i suoi aspetti. Siamo fiduciosi nel creare una sesta edizione da ricordare.”

 Di seguito tutti i finalisti dei concorsi.

Via dei Corti è organizzato dalle associazioni Gravina Arte e No_Name e con il Patrocinio del Comune di Gravina di Catania.

Concorso Internazionale

Memories, di Jose Vega (SPA)

Anna, di Dekel Berenson (UCR- ISR- UK)

Last Date, di Marielle Sjomo Samstad (GER)

Il Primo Giorno di Matilde, Di Rosario Capozzolo (ITA)

Il Gioco, di Alessandro Haber (ITA)

Better Than Neil Armostrong, di Alireza Ghasemi (IRAN)

Mr. H, di Giulio Neglia (ITA)

La Ricreazione, di Nour Gharbi (ITA)

L’alleato, di Elio Di Pace (ITA)

Acto Reflejo, di Alfonso Diaz (SPA)

Fame, di Giuseppe Alessio Nuzzo (ITA)

Sezione Animazione

Arturo e il Gabbiano, di Luca Di Cecca (ITA)

Lockdown 2040, di Valentina Frugiuele (ITA)

Hunger, di Enrique Pilozo – Liuxander Ricardo Silva (USA)

Roberto, di Carmen Cordoba Gonzalez (SPA)

Broken Roots, di Asim Tareq, Sarah Elzayat (GIORDANIA)

Them, di Robin Lochmann (GER)

The Flying Hands, di Giovanni Meola (ITA)

La Grande Onda, di Francesco Tortorella (ITA)

Sezione CineMigrare

En Tiempos de Sequia, di Koksal Icoz (SPA-TUR)

Water, di Cesar Diaz Melendez (SPA)

Deep Blu Sea, di Maria Arena (ITA)

Servi di Biciclette, di Michele Granata (ITA)

Verso le Stelle, di Antonello Piccione (ITA)

999, di Lorenzo J. Nobile (ITA)

Sezione Documentari

Albero Motore, di Salvo Spoto (ITA)

La Napoli di Mio Padre, di Alessia Bottone (ITA)

Manuale di Storie dei Cinema, di Stefano D’antuono, Bruno Ugioli (ITA)

The Other Side, di Virginia Bellizzi (ITA)