Cna acconciatori di Ragusa, confronto sullo scontrino elettronico. Donati due pulsometri al policlinico di Messina

RAGUSA – La Cna acconciatori di Ragusa a confronto con gli associati per sciogliere i dubbi relativi alla trasmissione dei corrispettivi telematici. Lo scontrino elettronico diventerà protagonista per buona parte delle piccole e medie imprese territoriali a partire dal primo gennaio 2020. Sono stati il portavoce territoriale della Cna acconciatori, Guglielmo Trovato, con la responsabile organizzativa, Antonella Caldarera, e l’ausilio di un esperto, ad illustrare nel dettaglio che cosa accadrà e, in particolare, a evidenziare che occorrerà dotarsi di registratori di cassa telematici per registrare e inviare i dati degli scontrini elettronici al Fisco. Per questo adeguamento lo Stato ha previsto un bonus.

In alternativa, sarà possibile utilizzare un servizio gratuito messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. Lo scontrino cartaceo, a ogni modo, continuerà ad esserci anche se non avrà una valenza fiscale. Nel corso della stessa riunione, inoltre, è stato comunicato l’esito della raccolta fondi avviata tra i componenti del direttivo che ha portato all’acquisto di due pulsometri che saranno donati al centro Hub regionale per la fibrosi cistica dell’azienda ospedaliera universitaria policlinico Gaetano Martino di Messina. Si tratta di apparecchiature che consentiranno di registrare dati di elevata importanza per le terapie dei pazienti afflitti da tale patologia.

“Ci auguriamo – hanno precisato Trovato e Caldarera – che questa possa essere la prima di una serie di iniziative sul fronte della solidarietà che, come acconciatori, intendiamo portare avanti in un momento in cui l’aiuto nei confronti degli altri deve essere sempre più concreto”.