Sgominata a Lucca banda di rapinatori catanesi: 3 arresti e due ricercati

LUCCA – I carabinieri di Lucca, in collaborazione con i Carabinieri di Catania, hanno arrestato – dopo una intensa attività di indagini – tre uomini catanesi poiché ritenuti gli autori di rapine ai danni di banche e uffici postali della provincia di Lucca. In corso le ricerche di altri due loro complici.

Le rapine sono state compiute il 30 aprile scorso nella frazione Lunata di Capannori, alla Cassa di Risparmio di Volterra, e il 5 luglio al Monte dei Paschi di Siena di Marina di Massa. Per farsi consegnare il denaro, i banditi minacciarono e picchiarono gli impiegati, uno dei quali riportò diverse lesioni. Dalle indagini, condotte dai militari del nucleo investigativo del comando provinciale lucchese, è emerso che la banda siciliana aveva base a Massa, da dove partiva per effettuare sopralluoghi nelle province toscane di Lucca, Massa e Pisa, ma anche in Liguria, in particolare nella zona di La Spezia.

La tecnica utilizzata era la più tradizionale, con soggetti che fungevano da “palo” ed altri, travisati, che entravano all’interno degli istituti di credito armati di cutter o di un “piede di porco”, afferravano con violenza per il collo e per i capelli gli impiegati, strattonandoli e colpendoli con calci e pugni e li obbligavano a consegnare il denaro contante per oltre cinquemila euro in un caso ed un centinaio nell’altro.
La visione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza installati presso le banche, a presidio dei varchi di accesso delle numerose arterie stradali, le conseguenti attività tecniche sviluppate e i numerosi servizi di osservazione effettuati dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Catania, hanno permesso di ricostruire le azioni del gruppo criminale, stabilmente dedito alla commissione di rapine ai danni di istituti di credito, individuandone componenti ed esecutori materiali.