Dl Rilancio, Giacobbe: “Grande attenzione alle Camere di Commercio Italiane nel mondo”

Riceviamo e pubblichiamo

ROMA – Ieri in commissione Bilancio della Camera dove ancora è in discussione il cosiddetto “DL Rilancio” sono stati approvati due emendamenti di fondamentale importanza per le nostre Comunità. Si guarda al futuro dell’Italia nel mondo e con questo si vuole sostenere la rete delle Camere di Commercio Italiane all’estero. È stato approvato un emendamento sostenuto con grande sinergia politica da maggioranza e opposizione che stanzia ulteriori 5 milioni di euro per la rete delle Camere di Commercio Italiane nel Mondo.

“Uno sguardo concreto al futuro del made in Italy – dichiara il senatore Francesco Giacobbe – un riconoscimento al lavoro fatto in questi anni in Parlamento. Le nostre imprese che puntano all’internazionalizzazione hanno una rete di servizi sul territorio rafforzata: la rete delle nostre Camere di Commercio Italiane all’Estero che conoscendo il tessuto imprenditoriale locale riescono meglio di altri ad interpretare le esigenze del mercato locale e i fabbisogni”, continua Francesco Giacobbe.

Nell’ottica del non lasciare indietro nessuno, seguita sempre dal Governo in questa fase di crisi pandemica e così come fatto nel precedente decreto cosiddetto “Cura Italia” anche nel decreto “Rilancio” vengono stanziati ulteriori fondi per l’assistenza portando a sei milioni di euro la cifra complessiva stanziata per l’assistenza ai nostri connazionali nel mondo che vivono in una situazione di indigenza.

“Un lavoro costante in Parlamento che premia tutti e soprattutto ci rende orgogliosi del riconoscimento dei bisogni degli italiani residenti all’estero e del significativo ruolo delle nostre comunità nel mondo per la promozione del sistema paese e del Made in Italy”,  afferma in conclusione il Senatore Giacobbe.