Giacobbe (PD): Camere di Commercio Italiane nel Mondo e Turismo di Ritorno all’esame della Commissione Industria, Commercio e Turismo sulla legge di Bilancio

FRANCESCO-GIACOBBE-ITALIANI-ESTERO-CONNAZIONALI-AUSTRALIA-VACCINO-ANTI-COVID-AIRE

Questa settimana le commissioni del Senato saranno impegnate nella stesura dei pareri alla prossima Legge di Bilancio; seguirà il lavoro della commissione Bilancio per l’esame e approvazione degli emendamenti.

Il senatore Francesco Giacobbe in linea con gli impegni già assunti in questi anni sarà a lavoro nello specifico per i temi che riguardano le comunità all’estero.

L’attenzione del Partito Democratico verso i connazionali all’estero è sempre forte e nello specifico in questa legge di bilancio riguarda molti temi.

“Per le parti di competenza della commissione industria, commercio e turismo, di cui faccio parte, il mio contributo sarà dedicato alla promozione del Made in Italy nel mondo ed al turismo internazionale” – dichiara il Senatore. “Le Camere di Commercio Italiane nel Mondo hanno svolto e continuano a svolgere un grande lavoro per l’export italiano, per assistere piccole, medie e grandi aziende italiane che operano nel mondo e per promuove investimenti in Italia” -continua Francesco Giacobbe – “il loro ruolo diventa ancora più importante oggi per contribuire alla ripresa post pandemia, hanno bisogno di rilanciare le proprie attività con rinnovato entusiasmo ed energia; chiedo alla Commissione un impegno affinchè si possano investire risorse aggiuntive a favore delle Camere di Commercio Italiane nel Mondo”.

Oltre il 15% del turismo internazionale in Italia è costituito da persone di origine o discendenza italiana. Costituiscono il cosiddetto turismo di ritorno che oltre a visitare le grandi città italiane spesso si recano nei borghi dove sono nati o dove sono nati i loro genitori o nonni.

“Chiedo di investire risorse per promuovere il turismo di ritorno costruendo infrastrutture ricettive nei borghi e promuovendo iniziative che facciano conoscere le bellezze ambientali e storiche, la ricchezza delle tradizioni, la bontà della gastronomia e lo stile di vita salutare dei piccoli centri italiani” -chiude il senatore Francesco Giacobbe -.