Italiani all’estero, il senatore Francesco Giacobbe scrive alla Farnesina

ROMA – Il Senatore Francesco Giacobbe in una lettera sollecita l’intervento della Farnesina per i tanti italiani che si trovano nella sua circoscrizione. Nella missiva il Senatore ha voluto sottolineare l’eccellente lavoro svolto dal Governo e dalla rete diplomatica e consolare che sta cercando di dare delle risposte ai tanti italiani che sono all’estero ed in particole nella circoscrizione Asia Africa Oceania.

“Desidero segnalare la situazione di disagio sempre più evidente per alcuni nostri connazionali residenti all‘estero ed in particolare nella mia circoscrizione – ha scritto Francesco Giacobbe – Casi particolari riguardano tanti dei nostri giovani che si trovano in vari Paesi con visti turistici, vacanza lavoro, studenti e residenti temporanei. Nella stragrande maggioranza si tratta di giovani impiegati in lavori temporanei e casuali e quindi le prime vittime della chiusura di attività economiche. Infatti, in seguito alla chiusura delle attività non essenziali (fra cui in particolare il settore ospitalità), in Asutralia ed in nuova Zelanda moltissimi dei nostri connazionali si sono ritrovati senza lavoro ed, in alcuni casi, senza accesso ai sistemi nazionali di assistenza sanitaria – ha continuato il Senatore – per molti di loro l’unica via di uscita sarà quella di rientrare in Italia”.

A chiusura della lettera il Senatore auspica un intervento coordinato dell’Italia assieme all’Unione Europea e i Paesi interessati, con una azione congiunta affinché si possano rimpatriare i nostri connazionali e i tanti Europei che in questo triste e difficile momento sono lontani dai propri Paesi. “Occorre agire assieme ed il più presto possibile” – conclude il Senatore Francesco Giacobbe.