Il rettore Priolo Accademico dei Lincei

Questa mattina la cerimonia d’investitura a Palazzo Corsini

Il prof. Francesco Priolo, ordinario di Fisica della Materia e attuale rettore dell’Università di Catania, è stato nominato Socio Corrispondente dell’Accademia Nazionale dei Lincei per la classe di Classe di Scienze fisiche, matematiche e naturali (Categoria III, Fisica, Chimica e applicazioni, sezione Fisica e applicazioni).

L’investitura, con il conferimento dei distintivi da parte del Presidente dell’Accademia Roberto Antonelli, si è tenuta questa mattina a Roma a Palazzo Corsini, nel corso della cerimonia per l’apertura dell’anno accademico 2022-2023.

Con un massimo di 540 soci – di cui 360 italiani e 180 stranieri – appartenenti a tutte le discipline del sapere scientifico e umanistico, l’Accademia dei Lincei, fondata nel 1603, è considerata la più importante istituzione culturale in Italia e tra le più antiche d’Europa e ha annoverato tra i suoi soci scienziati come Galileo Galilei, Louis Pasteur, Enrico Fermi e Albert Einstein. Oggi l’Accademia annovera innumerevoli premi Nobel fra i suoi soci, come Carlo Rubbia, Nobel nel 1984, Giorgio Parisi, Nobel nel 2021. Anche quest’anno tre accademici sono stati insigniti del premio Nobel 2022: Alain Aspect per la Fisica, Carolyn Bertozzi per la Chimica e Svante Pääbo per la Medicina.

Dell’Accademia in passato hanno fatto parte anche illustri docenti catanesi, l’ultimo il prof. Giuseppe Giarrizzo, storico preside della Facoltà di Lettere e Filosofia. La nomina ad Accademico dei Lincei del rettore Priolo dà quindi lustro a tutto l’Ateneo catanese che torna ad avere un suo docente all’interno della massima istituzione culturale del Paese.

Dopo la laurea in Fisica nel 1985 e il dottorato di ricerca, il prof. Priolo ha svolto un periodo di studi e ricerche presso i Bell Laboratories di Murray Hill, NJ (Usa), e nel 1991 è entrato in organico nell’Ateneo catanese dove, dal 2001, è professore ordinario di Fisica della Materia.

Fondatore (2004) e primo direttore del Centro di Ricerca MATIS confluito poi nel Cnr, presidente della European MaterialsResearch Society (Strasburgo) per il periodo 2009-2011, Fellow della European Academy of Sciences, componente dei panel di selezione dello European Research Council, è stato anche presidente del Distretto Tecnologico Sicilia Micro e Nanosistemis.c.a.r.l. nonché membro di svariati comitati scientifici ed editoriali.

Presso l’Università di Catania è stato Coordinatore del progetto che ha portato alla fondazione del centro di ricerche dell’Ateneo BRIT, presidente della Scuola Superiore di Catania (2013-2018) per la formazione di eccellenza, direttore del dipartimento di Fisica e Astronomia “Ettore Majorana” (2018-2019) ed è attualmente rettore per il sessennio 2019-2025. I principali campi di ricerca riguardano le nanotecnologie e i materiali per l’elettronica, la fotonica, ed il fotovoltaico, nei quali ha al suo attivo oltre 500 pubblicazioni.