Catania, pronto triennale per Cristiano Lucarelli

Il Catania ha chiuso per il nuovo allenatore. Sarà Cristiano Lucarelli a guidare i rossazzurri dopo l’esonero di Luca Tabbiani. L’ex Ternana ha chiuso l’accordo con la dirigenza etnea, secondo Lacasadic.com, con un contratto triennale fino a giugno 2026. Rifiutata qualsiasi proposta del Brescia di Cellino, inseritosi nelle ultime ore in corsa nella trattativa.

Lucarelli-Catania: ci siamo, contratto fino al 2026

Sarà dunque Cristiano Lucarelli a guidare il Catania dopo l’esonero di Luca Tabbiani. L’allenatore, appena si sarà liberato dal contratto che lo lega alla Ternana fino al 2025, è pronto a firmare un triennale fino a giugno 2026. Al momento, la squadra è stata affidata a Michele Zeoli che domani sarà in panchina al “Monterisi” contro l’Audace Cerignola di Ivan Tisci. Con ogni probabilità l’ufficialità dovrebbe arrivare lunedì al rientro dalla Puglia.

Dunque Lucarelli tornerà per la terza volta in carriera da allenatore a Catania. La prima parentesi risale alla stagione 2017/18, quando i rossazzurri nel girone C di Serie C sfiorarono la promozione in Serie B. Solo il Lecce (arrivato primo in classifica) e il Siena (che elimina gli etnei dai playoff) hanno fermato Aya, Lodi e company.

Nell’ottobre 2019 Cristiano Lucarelli ritorna per la seconda volta a Catania dopo l’esonero di Andrea Camplone. Nonostante le tante difficoltà economiche, l’allenatore livornese compatta l’ambiente e riesce a portare la squadra in zona playoff. Solo la Ternana ferma i rossazzurri eliminandoli al secondo turno.

Lucarelli: come cambia il Catania e chi ritrova in rossazzurro

Come cambia il Catania di Cristiano Lucarelli? Partiamo dalla tattica. L’allenatore ex Livorno di base utilizza un 3-5-2 molto aggressivo e di alta intensità. Questo modulo è stato spesso provato anche a Catania nella stagione 2017/18 e a sprazzi anche nel 2019/20, alternandolo spesso con il classico e tradizionale 4-3-3.

In rossazzurro Lucarelli ritroverebbe alcuni suoi giocatori già avuti in rossazzurro nelle precedenti stagioni. Si tratta di Tommaso Silvestri e Giuseppe Rizzo, entrambi presenti nell’annate “lucarelliane” a Catania. Se andiamo anche nell’extracampo, l’allenatore rivedrebbe anche Francesco Lodi e Marco Biagianti, entrambi ormai negli organi societari e tecnici del club etneo.

Credits foto: Calcio Catania – Filippo Galtieri