Catania, Sturaro: “Chiedo scusa a tutti, ho peccato di furbizia”

Il Catania non riesce a battere la Casertana al “Massimino”. La gara valida per la venticinquesima giornata del girone C di Serie C termina 0-0. E’ stata anche senza dubbio la partita di Stefano Sturaro, che ha esordito dal primo minuto con la fascia da capitano. Al 50′, però, l’ex Juventus si è fatto espellere per doppio giallo. Al termine del match il centrocampista classe 1994 ha parlato in sala stampa di questa prima al “Cibali” in maglia  rossazzurra.

Sturaro: “So che posso avere un peso specifico nel Catania”

Il Catania non riesce a tornare ad una vittoria che manca da più di un mese nonostante oggi la presenza in campo di Stefano Sturaro, uno degli acquisti top del mercato di gennaio. Nel post-gara il centrocampista ha parlato in sala stampa commentando la sua prima gara in rossazzurro, condizionata anche dal doppio giallo ricevuto al 50′. “Questa è una categoria che – dice Sturaro – la spunta chi ha più malizia. Ho peccato di furbizia e sono stato stupido. Chiedo scusa ai miei compagni, a Lucarelli e ai tifosi. Però sono orgoglioso di aver visto una squadra che prova a vincere una gara in inferiorità numerica. Io sto bene, mi manca il minutaggio. Sto seguendo una tabella di riatletizzazione. Ho accellerato perché il momento non è dei migliori. Punto a ritornare in forma con un certo minutaggio e con allenamenti. Questa categoria sotto l’aspetto fisico è impegnativa. Su questo aspetto sono contento.” 

Ho trovato una società – prosegue l’ex Juventus – che ha fame di crescere e una piazza che vuole vincere. Ho accettato per una sfida professionale. Sono emozionato e carico. Cerco dal primo momento di dare un contribuito. So che posso avere un peso specifico e particolare in questo gruppo. Cerco ogni giorno di far vedere che si può andare oltre rispetto alla propria zona di confort. Possiamo essere una squadra solida e poche volte ho visto una squadra solida da quando vedo in tv il Catania da dicembre. Complimenti di Marchese? Lo ringrazio e confermo. A me piace sbagliare e superare gli errori. Mi reputo una persona onesta e che lavora molto.” 

“Vogliamo regalare un sogno ai tifosi del Catania”

In sala stampa Stefano Sturaro prosegue ad analizzare il momento in casa Catania: “Contro il Rimini ci sta lavorare molto su quella partita. Dobbiamo però centrare i playoff quanto meno, una volta centrate quelle sarà una guerra sportiva e bisogna fare molto velocemente rispetto a quello che fa normalmente una squadra che si prepara.” 

“Il gol? Non penso siano un caso questi errori. Prima però dobbiamo diventare soli. Una casa senza fondamenta non va su. Da domani analizzeremo bene i nostri errori. Noi dobbiamo cercare di trovare sicurezze ovunque possiamo trovarle. Vogliamo costruire il sogno che possa svoltare la nostra carriera e che ridia entusiasmo a questa piazza”