Serie C, Giugliano-Catania 0-1: rossazzurri cinici, la decide Di Carmine nel finale

Un Catania cinico e determinato supera il Giugliano mai domo di mister Bertotto grazie a una zampata di Samuel Di Carmine sugli sviluppi di un corner all’80’, agile a finalizzare una mischia in area. Per i rossazzurri di Lucarelli è la seconda vittoria consecutiva in campionato – prima striscia positiva della stagione. Gli etnei, dunque, continuano nel segno dell’ottimismo in vista degli impegni casalinghi contro Crotone e Virtus Francavilla.

Una sfida tra formazioni accorte, premiata la maggior determinazione dei rossazzurri

Il Catania ritorna alle pendici dell’Etna con i tre punti dopo una gara caratterizzata da grande equilibrio, decisa ancora una volta da un calcio d’angolo. Il primo tempo regala il maggior numero di emozioni, con Rocca pericoloso di testa al 20′ sugli sviluppi di una rimessa laterale lunga di Bouah, nell’occasione bravo l’estremo difensore campano Russo a sventare con un intervento d’istinto. Tra le fila dei gialloblù pericoloso Oviszach con una conclusione da fuori area di poco alta. La prima frazione prosegue alternando fasi di studio a fasi di alta intensità, con le due retroguardie attente a non concedere nulla. 

Ripresa avara di emozioni fino al lampo decisivo di Di Carmine, che è lesto a ribadire in rete una palla carambolata sui suoi piedi dopo una mischia in area sugli sviluppi di un corner. Per il centravanti fiorentino è la sesta rete in maglia rossazzurra. Nei minuti finali è bravo il Catania ad amministrare il risultato, con la reazione dei padroni di casa che sta tutta nel debole colpo di testa a opera di Bernardotto, facile preda di Bethers. Vittoria preziosa per i rossazzurri, che per la prima volta in stagione non hanno accusato difficoltà fisiche nell’arco dei novanta minuti. Encomiabile inoltre la prestazione sul piano psicologico, considerando anche l’avversario in grande fiducia. 

Giugliano-Catania 0-1: tabellino e pagelle

GIUGLIANO (4-3-3): Russo 6.5; Menna 6 (dal 73′ Di Dio 5.5), Berman 6.5, Caldore 6, Yabre 6.5; Giorgione 5.5, Vogiatzis 6 (dall’83’ Bernardotto s.v.), De Rosa 6 (dal 68′ Berardocco 5.5); Ciuferri 5.5, Salvemini 5, Oviszach 6.5 (dal 68′ De Sena 5.5). A disposizione: Baldi, Eyango, Scognamiglio, Oyewale, Zullo, De Sena, Rondinella, Aruta, Sorrentino, De Francesco, Nocciolini. Allenatore: Valerio Bertotto.

CATANIA (4-2-3-1): Bethers 6; Bouah 7, Curado 6.5, Lorenzini 6, Castellini 6; Zammarini 6, Quaini 6 (dal 77′ De Luca 6); Chiricò 6 (dall’83’ Silvestri 6), Rocca 5.5, Marsura 5.5 (dall’83’ Zanellato 6); Di Carmine 6.5 (dal 92′ Dubickas s.v.). A disposizione: Livieri, Maffei, Rapisarda, Sarao, Mazzotta, Deli, Bocic. Allenatore: Cristiano Lucarelli.

ARBITRO: Il sig. Dario Di Francesco della sezione di Ostia Lido

ASSISTENTI: La sig.na Giulia Tempesitilli della sezione di Roma 2 e il sig. Francesco Collu della sezione di Oristano

QUARTO UOMO: Il sig. Michele Pasculli della sezione di Como

AMMONITI: 21′ Castellini (CAT), 49′ De Rosa (GIU), 76′ Lorenzini (CAT), 76′ Berman (GIU), 82′ Sarao (dalla panchina) (CAT)

ESPULSI:

RETI: 80′ Di Carmine