Serie D, il Catania di Ferraro a caccia di conferme contro la Sancataldese

Fonte: Filippo Galtieri - Catania SSD
Fonte: Filippo Galtieri - Catania SSD

Voglia di riscatto e di continuare la scalata verso la Lega Pro. Il Catania di Giovanni Ferraro vuole proseguire in questa striscia positiva di risultati utili che si trascina da inizio stagione. Solo una squadra ha fermato i rossazzurri ancor prima dell’inizio del girone I di Serie D: la Sancataldese. Infatti, l’ultimo precedente al “Valentino Mazzola” di San Cataldo (CL) è del 21 agosto 2022, in Coppa Italia Serie D. La sfida, terminata 0-0, è stata vinta proprio dalla formazione nissena ai calci di rigore.

Catania, obiettivo tornare a vincere in trasferta

35 punti in 13 partite e un margine di vantaggio di +13 su Vibonese, Lamezia Terme (con una partita in meno) e Locri. Numeri davvero impressionanti quelli del Catania di Giovanni Ferraro, che sta dominando il girone I di Serie D. L’ultima vittoria nel derby etneo contro l’Acireale ha dimostrato che questa squadra è capace sia sotto il punta di vista offensivo che difensivo. Magistrale la prestazione di Filippo Lorenzini, difensore centrale che sta dimostrando tutto il suo valore in una categoria che sta stretta all’ex Turris come a tutta la squadra. Quindi, l’obiettivo dei ragazzi di Ferraro è di ritornare a vincere fuori casa, anche perché gli etnei vengono dai pareggi di Cittanova e Lamezia Terme. Inoltre, al “Valentino Mazzola” i rossazzurri sono stati eliminati dalla Coppa Italia Serie D dalla Sancataldese ai rigori. Adesso i prossimi avversari sono proprio i rossoverdi che ospiteranno nuovamente il Catania. A San Cataldo sono attesi almeno 1.500 tifosi collocati nella gradinata ospiti dello stadio della cittadina nissena.

Vincere aiuta a vincere: Sancataldese on fire nelle ultime sei giornate

Sei risultati utili consecutivi e tanta voglia di risalire quanto prima la classifica. La Sancataldese non vuole fermarsi più per uscire dalla zona play-out. 13 punti in 11 gare, di cui 9 solo nelle ultime 6. Merito dell’allenatore dei rossoverdi Pietro Infantino, che dal 11 ottobre guida la formazione nissena, subentrando in corsa a Vullo. Dopo due sconfitte iniziali con Castrovillari e Real Aversa, la squadra ha ottenuto vittorie pesanti e importanti. Su tutti spiccano l’1-0 al “Provinciale” di Erice (TP) contro il Trapani e il 3-0 rifilato al Ragusa, uno dei migliori team di questo avvio di stagione. Due successi che hanno dato linfa vitale alla Sancataldese, che ha fermato nell’ultima gara sul 1-1 la quotata Vibonese. Vedremo, quindi, se i nisseni riusciranno a confermare questo momento di forma anche contro il Catania di Ferraro, già sconfitto in Coppa Italia Serie D lo scorso 21 agosto. 

Catania, tanta attesa per i rientri di Chiarella e Litteri

Novità positive dall’infermeria in casa Catania. Dopo tanti stop a molti giocatori fra gli etnei, sono attesi i rientri di Marco Chiarella e Gianluca Litteri. L’ex Pescara è già tornato a disposizione di Giovanni Ferraro ed è stato convocato nella scorsa gara contro l’Acireale. Per Litteri invece a breve dovrebbe tornare ad allenarsi in gruppo, pronto ad essere convocato per le gare di campionato. Non sembra un caso che l’allenatore rossazzurro domenica scorsa ha provato nel corso del secondo tempo a schierare sia Manuel Sarao che Jefferson (le due punte degli etnei), proprio in vista in possibile rientro del numero 9.